Bicicletta, e-bike, handbike e Giro d’Italia donne. Continua l’impegno del gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano a sostegno dello sport e dei suoi valori a favore del territorio e delle buone pratiche green, dell’inclusività e della diversità di genere. Nel segno del plastic free

In occasione del passaggio del Giro d’Italia 2021, del Giro-E, del Giro d’Italia Handbike e del Giro d’Italia donne, la Città Metropolitana di Milano inforca le due ruote e Gruppo CAP è sceso al fianco dei Comuni che hanno ospitato alcuni degli eventi e delle manifestazioni ciclistiche più importanti e seguite d’Italia. Per sostenere il territorio, le buone pratiche a favore dell’ambiente, lo sport e i valori che lo caratterizzano, come inclusività e diversità di genere, ma anche la passione dei sempre più numerosi fan del ciclismo nelle sue varie specialità. «Il ciclismo è da sempre lo sport che più di ogni altro si relaziona al territorio e alle sue persone promuovendone la bellezza e le storie che lo caratterizzano, afferma Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato di Gruppo CAP. In un periodo come questo abbiamo bisogno di credere nelle nostre possibilità e di lavorare per ripartire tutti insieme. CAP a sostegno di iniziative come queste sarà sempre in prima linea». Da Abbiategrasso a Senago, da Pioltello a Sesto San Giovanni a Carugate, il gestore del servizio idrico integrato che presidia il territorio, in occasione delle tappe “milanesi” del Giro porterà il suo Water Truck per sensibilizzare cittadini e atleti all’utilizzo dell’acqua del rubinetto a km 0, buona e di qualità, nel segno del plastic free. Si è cominciato da Abbiategrasso, lo scorso venerdì 28 maggio, cornice della partenza della 19° frazione del Giro d’Italia. Gruppo CAP è stato sponsor del comitato di tappa, che ha visto i ciclisti percorrere ben 173 km, con alcune cime molto ardue da scalare, tra cui il Mottarone e l’Alpe di Mera, in Valsesia, dove è collocato l’arrivo. La carovana rosa è tornata poi alle porte di Milano due giorni dopo, il 30 maggio, per la 21° tappa, la tradizionale cronometro finale, che quest’anno è partita da Senago, dove Gruppo CAP è sempre sponsor del comitato di tappa, per arrivare all’ombra della Madonnina 30 km dopo. Sempre quel giorno si è tenuta anche l’ultima tappa del Giro d’Italia in e-bike, il Giro-E, che è partita verso Milano da Sesto San Giovanni, dove il Water Truck è stato a disposizione dei cittadini e degli atleti. L’impegno dell’azienda pubblica proseguirà, poi, anche nelle settimane successive nel nome della passione per la bicicletta. L’azienda, infatti, sosterrà i Comuni della Città Metropolitana che ospiteranno il Giro d’Italia Handbike, che partirà il prossimo 6 giugno, e il Giro d’Italia Donne che prenderà il via il 2 luglio. Il Giro d’Italia Handbike farà tappa a Pioltello il 20 giugno e in quell’occasione CAP sarà nuovamente sponsor di tappa, mentre il Giro d’Italia Donne approderà in Lombardia il 6 luglio per la frazione Milano-Carugate e proprio a Carugate Gruppo CAP sarà nuovamente sponsor di tappa. Quello di Gruppo CAP è un impegno che si colloca nel solco di una tradizione che ha visto negli anni il gestore del servizio idrico della Città Metropolitana sostenere lo sport come strumento educativo e di crescita tra i ragazzi, come veicolo di promozione dei valori di sostenibilità, inclusione e diversità di genere.

L’esempio più concreto è Valori in Campo, che giunto quest’anno alla sua quarta edizione, nasce con l’intento di sostenere le società sportive locali premiando i progetti e i tornei più inclusivi e sostenibili dell’area metropolitana.