ECOMONDO 2018: GRUPPO CAP A RIMINI PER DEFINIRE I NUOVI SCENARI DEL FUTURO DELL’ACQUA

Il gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano affronterà le sfide più importanti del settore, nel segno della #waterevolution. E per tutti i visitatori dello stand l’esperienza di realtà virtuale alla scoperta del ciclo urbano dell’oro blu

Definire i nuovi scenari e presentare i progetti più innovativi nella gestione del sistema idrico integrato, nel segno della #waterevolution e della sua centralità nello sviluppo sostenibile di un territorio. È questo lo spirito che caratterizza la partecipazione di Gruppo CAP, gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, a Ecomondo 2018, la fiera internazionale di riferimento nella green e circular economy giunta quest’anno alla sua ventiduesima edizione.

L’appuntamento è al polo fieristico di Rimini nello stand di Gruppo CAP (Padiglione D1, GLOBAL WATER EXPO, corsia 2, stand 34), nella piazza delle Utilities e nelle Sale Convegni di Rimini Fiera.

Dal 6 al 9 novembre Gruppo CAP, nel corso di incontri, convegni, workshop e dibattiti, illustrerà tutti i progetti avviati e in cantiere per far fronte alle sfide sempre più importanti in fatto di gestione dell’acqua pubblica. Dalla valorizzazione dei fanghi ai progetti di economia circolare come l’estrazione di biometano dagli scarti delle acque reflue, dall’applicazione delle tecnologie no-dig fino ai nuovi parametri imposti dal principio di invarianza idraulica nell’assetto di un territorio. E ancora, le nuove sinergie con l’industria privata e lo scenario rivoluzionario che vede Gruppo CAP pioniere nell’implementazione del Piano di Sicurezza dell’acqua potabile.

Un insieme di progetti e sperimentazioni raccolte sotto l’hashtag #waterevolution, che ci parla di come l’acqua non sia solo un semplice bene di consumo, ma un vero e proprio driver di innovazione capace di ridisegnare la fisionomia e le politiche delle città del futuro, le smart city, sempre più sostenibili e intelligenti.

«L’acqua è al centro delle nostre vite, anche se non ce ne rendiamo conto, afferma Alessandro Russo, Presidente e Amministratore Delegato di Gruppo CAP. E noi operatori del settore abbiamo non solo l’esigenza, ma anche il dovere di dare risposte concrete alle sfide economiche, ambientali e sociali che i cambiamenti climatici e i rischi idrogeologici ci impongono. In questo contesto, Ecomondo offre un’occasione unica di confronto con gli operatori italiani ed europei, per discutere e ragionare sul ruolo del settore idrico nel contribuire a cambiare il nostro modo di produrre e consumare. Con l’obiettivo di uno sviluppo veramente sostenibile del territorio e dell’utilizzo razionale delle risorse».

Quest’anno lo stand di Gruppo CAP darà anche la possibilità di realizzare una speciale esperienza immersiva, per scoprire in prima persona il ciclo idrico dell’oro blu. Grazie ai visori in 3D e alla tecnologia Oculus GO, i visitatori potranno ripercorrere lo straordinario percorso che l’acqua compie ogni giorno dal nostro rubinetto allo scarico, fino al ritorno all’ambiente dopo il processo di depurazione e alla produzione di biometano e biofertilizzanti.