Il progetto Forestami ha annunciato le aree da cui inizierà la forestazione sul territorio della Città Metropolitana di Milano, si parte dalle zone di Bisceglie e Barona, coinvolgendo anche aree verdi di Gaggiano e Vizzolo Predabissi

Il 9 ottobre presso la Triennale di Milano si è tenuto il Forum di Forestami, progetto green promosso dal Comune di Milano che mira alla piantumazione di 3 milioni di alberi entro il 2030 sul territorio della Città metropolitana di Milano. Durante l’evento è stato annunciato che il 21 novembre – la Giornata Nazionale dell’Albero – inizierà la riqualificazione di oltre 200mila mq di terreno, a partire dalle aree di Parco dei Fontanili (zona Bisceglie), via San Paolino (zona Barona), parco Andrea Campagna (zona Barona), Gaggiano e Vizzolo Predabissi. Le aree rientrano tra le 253 individuate dal Politecnico di Milano insieme ai Comuni e dagli Enti Territoriali di Città Metropolitana come disponibili per progetti di forestazione urbana (pari a una superficie complessiva di 713 ettari). Queste 253 aree individuate sono state selezionate all’interno di un progetto di più ampio respiro che mira a rallentare il riscaldamento globale, ridurre i consumi energetici, ripulire dalle polveri sottili l’aria che respiriamo e migliorare la qualità della vita. Per raggiungere l’obiettivo il progetto Forestami prevede di aumentare le aree verdi e permeabili, aumentare del 90% la quota di tetti verdi, bonificare i suoli dismessi e inquinati, promuovere la trasformazione dei cortili scolastici, universitari e ospedalieri, corti e giardini privati in oasi verdi, promuovere la realizzazione di orti urbani, realizzare un bosco orbitale nella città metropolitana, rinforzare il verde nei parchi pubblici. La missione di Forestami è quella di coinvolgere tutti i cittadini del territorio milanese e hinterland per mitigare gli effetti del cambiamento climatico. Sul sito forestami.org è disponibile la sezione “Dona”, dove tutti possono decidere di supportare il progetto e aderire a una delle tre opzioni di donazione – da 30 a 250 euro – che includono il costo degli alberi, la progettazione dell’area, la manutenzione per cinque anni e i relativi costi di gestione del progetto. Anche le aziende hanno le possibilità di partecipare all’iniziativa adottando aree di terreno e partecipando attivamente al progetto di forestazione urbana. Il progetto – se realizzato concretamente e portato a buon fine – ha davvero tutti i presupposti per trasformare Milano in una città attenta alla sostenibilità, in grado di ridurre la condizione media di inquinamento atmosferico, bonificando naturalmente i suoli più inquinati e favorendo altresì la coesione e l’inclusione sociale con una gestione del verde comunitaria e condivisa. Forestami è una grande opportunità per fare un passo in avanti verso l’ambiente in cui viviamo, per curarlo e preservarlo, ma solo con il dialogo e la collaborazione tra cittadini, enti pubblici e privati riusciremo davvero a fare la differenza.

di Laura Ruggeri