CORSICA FERRIES… MEZZO SECOLO DI GRANDI SUCCESSI!

La compagnia francese, quest’anno, festeggia i primi 50 anni dalla sua nascita

Tutto ha inizio nel mese di maggio del 1968, la Francia è paralizzata da continui scioperi e la Corsica rischia il completo isolamento. In questo clima di inquietudine e rivolta, Pascal Lota, corso fiero e tenace e poco più che trentenne, ha la singolare intuizione di annullare il problema francese passando dall’Italia. Fonda la Corsica Line e mette in linea la M/N Corsica Express, con una capacità di 600 passeggeri e 60 autoveicoli, la prima nave privata a collegare l’Italia con la Corsica. Pochi anni dopo, nel 1973, la Compagnia diviene Corsica Ferries e ai collegamenti con lo stivale si aggiungono quelli con la Francia. Da allora, la Compagnia ha fatto molta strada ed è leader nei trasporti verso la Corsica. Nel 1981 nasce il marchio Sardinia Ferries, che collega la Sardegna al Continente e a metà degli anni novanta si aggiunge il brand Elba Ferries, che dal 2012 è tornato ad operare sulla linea Piombino/Portoferraio, nella stagione estiva. Nel 2013, viene inaugurato il nuovo collegamento veloce Elba-Corsica: Portoferraio-Bastia in 1 ora e 30 minuti. Nel 2015, una nuova nave si aggiunge alla flotta: Mega Andrea. Gemella dell’ammiraglia Mega Smeralda, garantirà il massimo comfort ai passeggeri. La storia delle Navi Gialle continua e nel 2017 entra a far parte della flotta una nuova ammiraglia: Pascal Lota, nave intitolata all’Armatore. Nel 2018, anno del 50° Anniversario, la Compagnia traccia una nuova rotta verso le Baleari: da Tolone ad Alcudia. 

NAVI GIALLE, SEMPRE PIÙ GREEN: Corsica e Sardegna possiedono territori spettacolari e aree di grande interesse naturalistico, che sono sempre state oggetto di grandi cure e di attenta salvaguardia. Il clima, la qualità e la diversità degli spazi naturali e dei paesaggi fanno delle due isole le ultime “riserve naturali” europee. Corsica Sardinia Ferries partecipa attivamente alla protezione dell’ambiente, del mare e delle specie che lo abitano. Da sempre la Compagnia si impegna nella formazione dei propri equipaggi al rispetto dell’ambiente; professa e diffonde tali principi sui traghetti e in tutti gli uffici attraverso un utilizzo attento dei materiali: Le boutique di bordo, ad esempio, non utilizzano sacchetti di plastica; in tutti gli uffici della compagnia la carta è riciclata così come quella di tutte le brochure e del materiale informativo diffuso al pubblico. Inoltre, periodicamente, Corsica Sardinia Ferries si fa promotrice di campagne legate al rispetto dell’ambiente attraverso la realizzazione e la divulgazione di stampati destinati soprattutto ai bambini, dedicati a diverse tematiche, connesse al riciclo e al corretto utilizzo dei materiali. Da oltre 20 anni la Compagnia di navigazione, supporta Università, Organismi Scientifici e Associazioni, ospitandoli a bordo nella fase di monitoraggio dei cetacei, finalizzata alla conservazione dei mammiferi marini e ne promuove i progetti di ricerca e di salvaguardia. Eccone alcuni: Accademia del Leviatano (Ente per lo studio e la conservazione dei mammiferi marini) www.accademiadelleviatano.org., CRAB (Centro Ricerche Ambientali Biologiche), www.mediterraneo.coop, Università di Pisa (www.unipi.it), Università di Genova (www.unige.it), ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) www.isprambiente.gov.it e Fondazione CIMA (Centro Internazionale in Monitoraggio Ambientale) www.cimafoundation.org. Corsica Sardinia Ferries è stata partner del progetto internazionale “Monitoring Ferry – Pelagos 2011/2012”, con il coinvolgimento dell’Istituto francese EcoOcéan. Dal 2008 al 2010, inoltre, la Compagnia ha sostenuto il progetto CNR “Lepidotteri in Sardegna”. Dal 2016, infine, sostiene le attività di Worldrise e il progetto “Il Golfo dei Delfini” a Golfo Aranci, promuovendo il turismo responsabile, la consapevolezza ambientale e la cultura del mare.

A TAVOLA: Corsica Sardinia Ferries collabora con Chef Stellati dal 2013, con lo scopo di formare i team di bordo, di portare innovazioni, di migliorare costantemente l’offerta.

L’“Executive Chef Stellato” ha come missione la creazione di nuove ricette, la formazione del personale di cucina, attraverso la propria esperienza, cultura e conoscenza delle più recenti tecniche culinarie (preparazione, conservazione, cottura e presentazione dei cibi) e partecipa alla creazione dei menu e alle decisioni relative agli acquisti delle materie prime. Dal 2013 al 2014 Peter Brunel, giovane Chef trentino, è stato il primo Chef Stellato a collaborare con la Compagnia. Ha trasmesso ai team di bordo la sua passione, la creatività, la tensione all’innovazione. Nel 2015 lo Chef Stellato Diego Rigotti, anch’egli trentino, formato da Marc Veyrat e Carlo Cracco, ha portato il suo importante contributo nelle cucine della Compagnia. Dal 2016 è Matteo Temperini, appassionato ed energico Chef Stellato toscano, formato nei ristoranti di Alain Ducasse e Stella Michelin dal 2003, ad insegnare le tecniche e a guidare il lavoro del personale di cucina. Su ogni nave, tutti i piatti sono rigorosamente prepararti a bordo, con materie prime scelte, al fine di garantire freschezza, bontà e qualità.

A cura della Redazione